“Il precariato fa scuola!”. Incontro/seminario sulla contro-riforma Gelmini

“Controcorrente”. Non può certo esservi altra aggettivazione per i comunisti e la sinistra anticapitalista di questo paese.

In anni in cui i partiti vengono fondati sui predellini delle automobili (PDL), nelle urne di false primarie (PD) o nelle spiagge ( Partito della nazione), la Federazione della Sinistra (soggetto unitario promosso da PRC, Comunisti Italiani, Socialismo 2000 e Lavoro e Solidarietà), che celebrerà il suo congresso fondativo a dicembre, vuole nascere dal basso, essere emanazione della conflittualità sociale diffusa che esige la presenza di una forza di sinistra anticapitalista forte, capace di rappresentare i ceti subalterni che dentro la crisi capitalistica vedono sempre più ingrassare le proprie fila. Si, perché oggi, una soggettività politica di alternativa o è in grado di sostenere e, se del caso, promuovere episodi di resistenza e di conflitto, affiancando a ciò una proposta valida e sistemica, o semplicemente non è. Continua a leggere

Annunci

Solidarietà con chi difende la dignità dei lavoratori. Anche nel settore militare

di Alessandro Leoni (Resp. nazionale Dipartimento Apparati dello Stato del PRC) su Liberazione del 14 settembre 2010

Il maresciallo dei Carabinieri – in servizio attivo – Vincenzo Bonaccorso rischia, entro la fine del mese, di subire una dura sanzione quale la “consegna di rigore”, ovvero la traduzione militare degli “arresti domiciliari”. Se per i civili tale pesante limitazione della libertà necessita di una decisione del magistrato, per i militari e perciò anche per i Carabinieri, tale provvedimento dipende più semplicemente e arbitrariamente dalla decisione del grado gerarchico superiore! La cosa ancor più eclatante è la motivazione, ufficiale, di tale minacciato duro provvedimento repressivo: il maresciallo Vincenzo Bonaccorso avrebbe violato la Legge “382/1979” che regolamenta la disciplina militare avendo partecipato, come invitato, a due convegni internazionali (Bruxelles, novembre 2009 e Berlino, marzo 2010 ) organizzati da “Euromil” sul tema dei diritti dei lavoratori militari. Continua a leggere

Comizio di Paolo Ferrero in tre lingue (italiano, piemontese e occitano)

Nell’ambito della manifestazione contro il razzismo e contro i padroni indetta dalla Federazione della Sinistra, Paesana (Cuneo), 10 settembre 2010.

Audio di Radio Radicale. http://www.radioradicale.it/scheda/310746?format=32

FERRERO: HO DATO MANDATO AI MIEI LEGALI DI QUERELARE GASPARRI PER DIFFAMAZIONE. LA DESTRA CERCA IN TUTTI I MODI DI IMPEDIRE LA COSTRUZIONE DELL’ALLEANZA DEMOCRATICA PERCHE’ LA TEME: RAPPRESENTEREBBE LA LORO SCONFITTA.

COMUNICATO STAMPA – Leggo da una agenzia che Gasparri afferma “Se Ferrero si allea con Bersani, Bersani si allea con le ex brigate rosse”. Vista la gravità dell’affermazione  ho dato mandato ai miei legali di querelare Gasparri per diffamazione. Per adesso viviamo ancora in una Repubblica democratica e Gasparri non può permettersi di diffamare impunemente il Partito della Rifondazione Comunista e il suo Segretario. Evidentemente la destra sa benissimo che una Alleanza Democratica tra la sinistra e il PD può mandare a casa Berlusconi e cerca in tutti i modi di evitare che questa alleanza si realizzi. Ma proprio per battere una volta per tutte questo modo di fare politica, ampiamente utilizzato già nei casi Boffo e Fini, è assolutamente necessaria una Alleanza Democratica che sconfigga nelle urne e nel Paese questa destra berlusconiana”.

Intervista a Paolo Ferrero -“Non saremo nelle liste però di alleanze si parla”

Intervista a Paolo Ferrero

di M.Gu. dal Corriere della sera dell’11 settembre 2011

Pur di sconfiggere Berlusconi, è disposto al allearsi “anche col diavolo”. Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione Comunista e leader della Federazione della sinistra, è “assolutamente pronto” alle elezioni. Non ha ambizioni di governo, ma lavora per costruire in autunno “una grande opposizione sociale”. Dialogando anche con il Pd di Pier Luigi Bersani.

Qualcuno teme che vogliate rifare l’Unione di Prodi.

“Non esiste. Abbiamo già verificato che non funziona. Non abbiamo intenzione di partecipare all’Ulivo: è un’ipotesi moderata. Noi siamo per aggregare tutta la sinistra fuori dall’Ulivo. Vogliamo stringere un patto democratico con il Pd, anche se abbiamo differenze molto pesanti. Ma non entreremo nelle liste di Bersani. Tra l’altro, nessuno ce lo ha proposto” Continua a leggere

Enna 15 settembre: “Il precariato fa scuola”

La Federazione della Sinistra di Enna organizza un seminario che si terrà il 15 settembre alle ore 17.00 presso la sede di Rifondazione Comunista di Enna in via Regione Siciliana n.4 (dietro il Tribunale). Interverranno la Responsabile Provinciale Conoscenza del PRC Gabriella Mancuso, il Segretario Regionale del Partito Luca Cangemi e Claudia Urzì del Coordinamento Precari Scuola.

Enna, solidarietà ai lavoratori della Scuola

“La Federazione della Sinistra/Partito della Rifondazione Comunista di Enna solidarizza con tutto il mondo della scuola che si avvia ad affrontare il nuovo anno scolastico: studenti, docenti, A.T.A. e genitori.” Questo l’inizio della comunicazione della responsabile provinciale Conoscenza del PRC Gabriella Mancuso, che continua: ”Non è un buon inizio, considerata l’ulteriore “macelleria sociale” operata sugli organici, sull’offerta formativa e sulle risorse economiche. Si prospetta un anno più povero e quindi più scadente nei servizi che un tempo erano garantiti agli studenti e alle famiglie. Garantiti perché frutto di diritti acquisiti attraverso lotte sociali. Oggi assistiamo al taglio dell’istruzione pubblica, considerato ormai da questo governo il nemico da combattere e forse a questo governo sarebbe più comodo un popolo-spettatore di analfabeti. La Federazione della Sinistra di Enna a questo proposito organizza un seminario che si terrà il 15 settembre alle ore 17.00 presso la sede di Rifondazione Comunista di Enna, durante il quale interverranno il Segretario regionale del Partito Luca Cangemi, i diversi soggetti del movimento dei precari della scuola siciliani e dell’ennese oltre che gli studenti della provincia . La FdS, inoltre, sarà presente il 12 settembre a Messina per la manifestazione “blocchiamo il ponte” e il 18 settembre alla manifestazione regionale della FLC CGIL che si terrà a Palermo.”

su ViviEnna.it del 09/09/10

Gabriella Mancuso, Responsabile provinciale Conoscenza del PRC Enna