I politici non sono tutti uguali

Il Segretario di Rifondazione Comunista torna al proprio lavoro come impiegato alla Regione Piemonte rimanendo nel proprio ruolo all’interno del Partito. Si può far politica anche ai massimi livelli e lavorare come le persone normali.

Una lezione di alta politica impartita dal nostro Segretario, una lezione impartita anche a quei Soloni dell’antipolitica che magari guadagnano miliardi. Una dimostrazione concreta che i politici non sono tutti uguali.

Annunci

Referendum perchè astenersi

Tutta la verità su Antonio Di Pietro (Inchiesta)


L’immunità di Tonino? Non lo salva dai suoi

dipietrodi Paolo Bracalini

Di questo passo somiglierà sempre più all’imitazione che ne fa Neri Marcorè: dice una cosa, fa il suo contrario. È cronaca dell’altro giorno. Di Pietro si è fatto proteggere dall’immunità di eurodeputato per una causa civile di diffamazione, dopo aver pubblicamente detto che avrebbe rinunciato alle garanzie da eurodeputato (Ansa, 11 febbraio 2009), dopo aver detto che l’articolo 68 della Costituzione, per l’appunto l’immunità, va cancellato perché «aveva senso quando fu scritto, dopo la fine del fascismo. Ho sempre detto che l’articolo 68 andrebbe abrogato» (Ansa, 23 luglio 2007).
Si protegge con l’immunità, ancora, dopo aver fatto sfoggio di eticità sulla pelle del senatore Luigi Grillo, Pdl, raggiunto da rinvio a giudizio nel maggio 2008: «Ora chiederà di non avvalersi dell’immunità parlamentare per farsi giudicare, come responsabilità istituzionale vorrebbe?», disse Di Pietro.

Continua a leggere

FERRERO, PRC: BERLUSCONI, QUANTI SPRECHI IN AEREI DI STATO PER ATTRICETTE SI POTREBBERO USARE PER POTENZIARE I SERVIZI SOCIALI?

ferrero_lowOggi, in un’iniziativa pubblica che ho tenuto a Rozzano, in provincia di Milano, ho incontrato molte famiglie di portatori di handicap che denunciavano l’assenza o la carenza dei servizi alla persona e il peso enorme di rette chieste per i servizi offerti di gran lunga maggiori agli assegni familiari che offre lo Stato. Non voglio pensare a quante
rette e quanti servizi sociali si potrebbero pagare con gli sprechi dei soldi riscontrati sui voli di aerei di Stato che il premier Berlusconi usa per portare in giro amiche e attricette alle sue feste e alle sue ville, ma so che sarebbero tanti. La moralità pubblica di un Paese si misura anche da questo, da quanti soldi per servizi sociali si potrebbero utilizzare per normali ma bisognosi cittadini e quanti vengono invece sperperati in abusi di potere e uso sporco e privo di qualunque dignità e moralità del potere stesso, magari solo per avere in cambio favori dalla dubbia se non inesistente moralità.

Ferrero: prezzi, se il Senato riesce ad abbassare i suoi, apra la mensa a tutti i cittadini

ferrero-gapPrc chiede prezzo politico per i generi alimentari di prima necessità. Giovedì da Tremonti con pane a 1 euro

Dichiarazione di Paolo Ferrero, segretario nazionale del Prc

Se il Senato della Repubblica sostiene che riesce a dare un pasto alla buvette o al ristorante alla cifra di 1,50 euro senza ulteriori aggravi per le casse pubbliche, apra la propria mensa e la propria buvette a tutti i cittadini. Insomma, se il Senato è in grado di abbassare i prezzi mentre i il prezzo dei generi alimentari di prima necessità continua a crescere, senza che il Governo intervenga a fissare un prezzo politico come chiediamo da mesi, come Rifondazione comunista, allora il Senato non abbassi i prezzi solo per i parlamentari – i quali dovrebbero cominciare a dare il buon esempio abbassandosi lo stipendio – ma per tutti i cittadini. Continua a leggere