Relazione di Mimmo Cosentino (CPN) al Seminario sulla situazione economica, sociale e politica della Sicilia, 7/11/2009 Palermo, Chiesa valdese

L’immagine del fango che inghiotte case, persone, strade e ferrovia, mentre la montagna di Giampilieri continua a venire giù sulla città fino al mare, continua ossessiva a tornarci alla mente, mentre in questi giorni i giornali e le tv ci snocciolano i dati pesanti della crisi economica siciliana, ci raccontano gli scontri furibondi dentro la maggioranza di centrodestra per la spartizione del potere, e infine ci informano che il governo Berlusconi ha prima dato il via libera al disegno di legge per la creazione della Banca del Mezzogiorno e, successivamente, ha approvato l’erogazione di 1300 miliardi per la progettazione e l’avvio del Ponte sullo stretto di Messina. Continua a leggere

Annunci

No al Ponte, Rifondazione comunista parteciperà alla manifestazione del 19 dicembre

maria campeseDichiarazione di Maria Campese, Segreteria nazionale PRC-SE, Area Ambiente e Territorio

Il Prc aderisce alla manifestazione nazionale, indetta dalla rete No Ponte, che si terrà a Villa San Giovanni il prossimo 19 dicembre contro il tentativo del governo Berlusconi di apporre la “prima pietra” del ponte sullo Stretto. Rifondazione comunista aderisce perché lo spreco di risorse stanziate per un’opera inutile come il Ponte appare come uno schiaffo ai territori devastati. Ricordiamo quanto avvenuto recentemente nel messinese, a Giampilieri e a Scaletta Zanclea, quando le forti precipitazioni hanno causato devastazioni e morti che si sarebbero potuti evitare se solo si fosse dato ascolto a chi da anni lancia l’allarme riguardo al rischio idrogeologico. Ed è di queste ore la notizia che sempre al Sud, a Ischia, una frana ha causato ancora una volta lutti e distruzione. Rifondazione comunista aderisce perché quest’opera inutile provocherebbe un devastante impatto sul territorio. Il ponte, tra l’altro, verrebbe costruito a cavallo di una faglia sismica. Continua a leggere

PONTE SULLO STRETTO LA MAFIA RINGRAZIA IL PREMIER, UNICA GRANDE OPERA CHE SERVE E’ MESSA IN SICUREZZA TERRITORIO

imag_11339848_12230dichiarazione di Paolo Ferrero

Il premier Berlusconi cerca di nascondere i deflagranti scontri politici e istituzionali che lo vedono mettersi contro tutto e tutti, in Italia come in Europa, e che minano la stessa base della sua maggioranza di governo, cercando di favorire gli unici poteri che conosce, quelli forti e fortissimi, ma anche quelli mafiosi e malavitosi. Ecco dunque che rilancia in merito a un’opera tanto faraonica quanto inutile, quella del Ponte sullo stretto di Messina. La mafia, sentitamente, ringrazia. Continua a leggere

Cangemi: “Insultante l’annuncio di Berlusconi sul ponte.”

Cangemi 05Dichiarazione di Luca Cangemi, Segretario regionale siciliano PRC

L’ annuncio di Berlusconi dell’inizio a dicembre dei lavori per il ponte sullo stretto, qualche giorno dopo la tragedia di Messina, rappresenta una vero e proprio insulto. Il segnale è che si procede , anzi si accelera, nonostante tutto, sulla via della devastazione del territorio. Da parte nostra ribadiamo, con assoluta fermezza al parola d’ordine: neanche un soldo per il ponte, tutte le risorse per la messa in sicurezza del territorio e per la salvaguardia dei diritti delle popolazioni colpite. Su questa linea invitiamo i cittadini alla più vasta mobilitazione.

Da Messina uno straordinario segnale di speranza

25_aprile_09Dichiarazione di Luca Cangemi, Segretario regionale siciliano PRC

Il grande corteo, che in un sabato di agosto, ha attraversato Messina, contro il ponte sullo stretto, rappresenta uno straordinario segnale di speranza.
La partecipazione ed  il clima del corteo, così come il percorso di preparazione che l’ha preceduto, ci parlano di una unificazione attorno alla battaglia contro il ponte,di un vasto campo di esperienze e movimenti per la per la tutela dei territori e dei beni comuni. Continua a leggere

«Il Ponte tenetevelo, non lo vogliamo» corteo a Messina contro il Mostro dello Stretto

“No alle grandi opere inutili, riorientate la spesa pubblica”. Almeno 4mila invadono il centro della città 

di Laura Galesi su Liberazione del 9 agosto 09

Messina – Appuntamento estivo per il popolo “No ponte” che si è ritrovato ieri a Messina determinato a protestare contro la realizzazione del più grande e mostruoso tra gli ecomostri inflitti alla Sicilia. Il corteo è partito nel tardissimo pomeriggio da piazza Cairoli per poi invadere praticamente tutte le vie della città. Continua a leggere

A Messina per il futuro del Mezzogiorno

nopontedi Luca Cangemi, Segretario regionale siciliano PRC su Liberazione 8 agosto 09
 
La manifestazione di oggi 8 agosto agosto a Messina, contro il ponte sullo stretto e per la tutela dei territori, è costantemente in queste settimane “cresciuta”, come adesioni ed interesse. Ne appare oggi evidente il suo valore generale, l’opportunità che essa offre di dispiegare una iniziativa di opposizione e di alternativa.
In questi giorni ha tenuto banco una discussione pubblica sulle politiche per il mezzogiorno che richiede una reazione fortissima, culturale e politica.
Continua a leggere