Federazione della Sinistra: la Sicilia e l’emergenza rifiuti

“Solo il 6,8 % di raccolta differenziata in Sicilia. E un sistema tutto basato sul conferimento nelle discariche, ormai quasi del tutto zeppe di rifiuti.
E’questa la disastrosa situazione della gestione dei rifiuti in Sicilia, che vede complici, in stretta sequenza, il centrodestra di Cuffaro e le variopinte maggioranze del presidente Lombardo, il quale,nonostante i proclami riformatori, sta completando il trascinamento nel baratro della nostra regione avviato dal suo illustre predecessore”.
E’ quanto sostengono Luca Cangemi e Salvatore Petrucci, segretari regionali rispettivamente di Rifondazione Comunista e dei Comunisti Italiani della Federazione della Sinistra.
“Con la complicità del Pd, stampella di Lombardo – proseguono i due dirigenti comunisti – la Sicilia versa in uno stato di drammatico immobilismo”. Continua a leggere

Enna: assemblea pubblica sulla TARSU

A seguito dell’invio ai cittadini dell’avviso di pagamento della TARSU 2010 da parte del Comune Enna, il Comitato Cittadino ha indetto un’assemblea pubblica per rendere edotta la cittadinanza sulla illegittimità di tale avviso di pagamento. L’assemblea, che ha il sostegno del Prc-Fds, si terrà giorno 30 luglio (venerdì) 2010, alle ore 17,00, presso l’Istituto Tecnico Commerciale di Enna. L’iniziativa è quanto mai opportuna considerato il tenore e il contenuto delle comunicazioni del Neosindaco P. Garofalo nella conferenza tenuta a Sala Cerere pochi giorni fa sull’argomento.

Il sindaco Garofalo vuole far pagare agli ennesi delle tasse illeggittime

di Giacomo Lisacchi su Vivienna.it del 25 luglio 2010

Enna. E’ polemica sull’assemblea cittadina organizzata dal sindaco Garofalo alla sala Cerere per parlare della tassa dei rifiuti solidi urbani 2010. Il Comitato cittadino di Enna ed il Coordinamento provinciale dei comitati cittadini ennesi -in una nota- sostengono che hanno partecipato all’assemblea indetta dal sindaco, “convinti che l’argomento da trattare (bollette esose e illegittime della tassa sui rifiuti per l’anno 2010) era di una delicatezza tale che la discussione doveva incanalarsi su un binario di un confronto tecnico e politico nell’interesse prima di tutto dei cittadini ennesi”. Purtroppo –dicono i responsabili del comitato e del coordinamento provinciale-, l’intervento del sindaco, privo di proposte politiche ed operative sul problema, indirizzato più che altro a lanciare accuse nei confronti di chi in questa fase sta difendendo legalmente i cittadini di Enna contro una tassa illegittima e ingiusta, ha sortito effetti opposti a quelli desiderati. Continua a leggere

Seminario regionale della Federazione della Sinistra siciliana: “Un’alternativa per la gestione dei rifiuti in Sicilia”

LA GDF DI ENNA SEGNALA ALLA CORTE DEI CONTI L’ESISTENZA DI IPOTESI DI DANNO ALL’ERARIO PER OLTRE 22,5 MILIONI DI EURO

tratto da Enna Notizie –
ATO RIFIUTI ENNAEUNO LA GDF DI ENNA SEGNALA ALLA CORTE DEI CONTI L’ESISTENZA DI IPOTESI DI DANNO ALL’ERARIO PER OLTRE 22.500.000,00 DI EURO Lunedì 15 Febbraio 2010 21:12
Continua a leggere

Dall’affare rifiuti al piano edilizio: ecco i veri scandali

L’accusa del Prc: «Capovolti i punti del programma»

di Daniele Nalbone su Liberazione del 25/10/2009

Lo scandalo fatto di trans, cocaina e carabinieri corrotti che ha travolto Marrazzo «riguarda la sua persona e a noi non deve interessare» spiega Ivano Peduzzi, capogruppo Prc alla Regione. Per il gruppo regionale di Rifondazione Comunista «Marrazzo avrebbe dovuto autosospendersi ben prima e per quanto fatto, e non fatto, in questi anni di governo». Partendo dalla questione dei rifiuti fino ad arrivare alla sanità, passando per l’emergenza abitativa e le politiche infrastrutturali, sono diversi i punti del programma elettorale 2005 dell’allora Unione non solo disattesi, «ma alcune volte letteralmente invertiti» spiega Peduzzi. Continua a leggere

CANGEMI: “DA GOVERNO E ARS NON PUÒ USCIRE NULLA DI BUONO”

“Non c’è giorno, non c’è argomento – dalla sanità ai rifiuti- in cui non si tocchi con mano che questo governo e questa assemblea regionale non possono che fare male ai siciliani”. E’ quanto afferma Luca Cangemi, segretario regionale di Rifondazione Comunista. “Problemi gravissimi– continua l’esponente del Prc – vengono affrontati dalle diverse fazioni in lotta con occhio esclusivo agli equilibri di potere, in un clima melmoso, di minacce e ricatti incrociati”. “Riconsegnare la parola ai cittadini diventa non solo doveroso per un elementare senso di correttezza democratica ma anche necessario per evitare ulteriori danni alla società siciliana” conclude Cangemi.

da http://parcodeinebrodi.blogspot.com/