«Caro Nichi, vieni in piazza con noi»

Intervista a Paolo Ferrero

di Giorgio Salvetti per il manifesto 20/07/2010

«Non siate con ansietà sollecita del domani che a ogni giorno basta il suo affanno». Paolo Ferrero risponde così, con una citazione della Bibbia che gli è cara, alla candidatura alle primarie di Nichi Vendola. Il senso è (quasi) evidente: prima bisogna far cadere Berlusconi e poi si potrà eventualmente parlare di primarie. Il segretario del Prc però non ha intenzione di polemizzare con il compagno Nichi, anche se ormai tra le due anime della sinistra volano insulti. Ferrero, invece, prova a rinnovare l’invito a costruire una manifestazione unitaria per settembre: contro il cavaliere e contro la logica di Confindustria simboleggiata da Marchionne. Continua a leggere

Giusto Catania a LiveSicilia: “Vergognosi gli inciuci alla Regione”

di Miriam Di Peri

Dal mondo della pubblica istruzione alla crisi della politica regionale Giusto Catania, già consigliere comunale al comune di Palermo dal 1997, assessore alla cultura nel 2000 ed eurodeputato dal 2004 al 2008, oggi militante di Rifondazione Comunista, si racconta a Livesicilia.

Da eurodeputato a professore, qualcuno direbbe dalle stelle alle stalle: è stato traumatico?
Per niente e lo dico senza falsi moralismi. La politica per me è sempre stata una passione, mai una professione. Amo il mio lavoro perché mi permette di essere una persona libera. E poi insegnare, a differenza di quanto sostiene il ministro Gelmini, è comunque fare politica. Continua a leggere

Ferrero: “Alleati in difesa della Costituzione. Ma al governo mai”

di Matteo Bartolocci su il Manifesto del 13/12/2009

«Dobbiamo uscire dalla Seconda Repubblica prima che sia troppo tardi». Paolo Ferrero, segretario del Prc, venerdì ha scritto una lettera a tutti i segretari di opposizione per fare un fronte comune contro Berlusconi. Accoglie quindi con favore l’altolà dell’Udc.

Con chiunque pur di bloccare l’assalto alla Costituzione?

Anche con il diavolo. Berlusconi è un fascista e un piduista con propositi dichiaratamente eversivi. E’ evidente che userebbe il voto anticipato per sfasciare la Costituzione e le regole democratiche. Contro questo disegno bisogna assolutamente fare un’alleanza con tutti coloro che sono a favore della Costituzione e della legalità. Un’intesa che smonti la legge elettorale e faccia una riforma proporzionale «tedesca». Continua a leggere

5 dicembre 2009: Federazione della Sinistra, si parte.

Al teatro Brancaccio di Roma, nasce ufficialmente il progetto federale della Sinistra italiana che parte dai Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista, Socialismo 2000 e Lavoro e Solidarietà. Un punto di partenza non un perimetro delimitato di forze in campo. La Federazione di partiti, associazioni e forze politiche che vuole colmare l’urgente vuoto di opposizione nel nostro Paese. Di seguito l’introduzione di Cesare Salvi e gli interventi di Gian Paolo Patta, Oliviero Diliberto e Paolo Ferrero.

Introduzione di Cesare Salvi, Presidente Socialismo 2000

http://www.pdcitv.it/video/2567/Federazione-della-Sinistra-si-parte-Cesare-Salvi

Intervento di Gian Paolo Patta, Presidente Lavoro e Solidarietà

http://www.pdcitv.it/video/2566/Federazione-della-Sinistra-si-parte-Giampaolo-Patta

Intervento di Oliviero Diliberto, Segretario nazionale PdCI

http://www.pdcitv.it/video/2563/Federazione-della-Sinistra-si-parte-Oliviero-Diliberto

Conclusioni di Paolo Ferrero, Segretario nazionale PRC-SE

http://www.pdcitv.it/video/2565/Federazione-della-Sinistra-si-parte-Paolo-Ferrero

REGIONE: FEDERAZIONE DELLA SINISTRA, PD SUBALTERNO. GRAVISSIMA LA SUA POSIZIONE. UNICA VIA NUOVE ELEZIONI.

“La lotta per il potere fra bande interne al centrodestra e il fallimento clamoroso del governo Lombardo si scaricano drammaticamente sui cittadini siciliani. Il Pd, che ormai tratta con Lombardo straparlando di stagione delle riforme in un´assemblea regionale degradata politicamente e moralmente, si assume la gravissima responsabilità politica di puntellare, con scelte trasformistiche e subalterne, un governo fallimentare. Suggeritori di queste scelte appaiono, significativamente, Cisl e Confindustria”. Continua a leggere

ENNA: COMITATI CITTADINI AD ACQUAENNA. “VENIAMO GESTITI DA UNA SOCIETA’ PRIVATA CHE GESTISCE IL SISTEMA SECONDO MODALITA’ DI TIPO MONOPOLISTICO”

“La nostra voce si farà sentire sempre più forte”. Lo dice a chiare lettere il presidente provinciale dei Comitati cittadini, Franco Ferragosto, a margine dell’affollata assemblea per la costituzione del Comitato cittadino di Enna che si è riunita nella sala riunione della Cgil dove hanno partecipato molti cittadini e tanti rappresentanti di associazioni. All’incontro era presente il segretario provinciale della Rifondazione comunista, Rosario Consiglio, e l’ex deputato regionale Tanino Virlinzi, tra i promotori dell’iniziativa. Alla partecipata riunione dal tema “Per l’acqua bene pubblico ad un costo equo e solidale” sono intervenuti Antonio Cutaia del Comitato promotore, Carlo Garofalo, Coordinatore provinciale dei comitati cittadini, l’avv. Licia Minicapilli,  legale dei comitati e Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil. Continua a leggere

Marchionne chiude, il governo abbozza

Dichiarazione di Luca Cangemi, Segretario regionale siciliano PRC

“A Termini dal 2011 non si faranno più auto, ma qualcosa di diverso che ancora non si sa” con queste inequivocabili  parole Marchionne esce dall’incontro con Scajola, un’altra tappa drammatica tappa della desertificazione produttiva del mezzogiorno e della Sicilia sta per compiersi. Il governo abbozza, le parole di qualche giorno fa del ministro erano chiaramente destituite del fondamento di una qualche determinazione politica. Il padrone del vapore è Marchionne, il governo italiano a differenza degli altri,in Europa e fuori,è puro ente erogatore di soldi pubblici senza controllo e finalizzazione. Continua a leggere