Ferrero, Diliberto, Salvi: Appello al voto

Su la testa!!!!!!!!!

Annunci

Intervista a Margherita Hack, capolista della lista comunista nelle Circoscrizioni Isole e Nord-Ovest

Margherita Hack – “Se l’opposizione è Veronica…”

intervista di Cosimo Rossi a Margherita Hack, Liberazione, 12/05/2009

[…] L’astrofisica Margherita Hack, candidata nella lista comunista al nordovest e capolista nelle isole, è di quegli animi schietti e sanguigni come sanno essere i toscani: «La cosa disperante – dice – è che la metà dei cittadini italiani continua a votare il centrodestra incurante di tutte le porcherie che fanno». Incapace di mitigare la critica a una classe politica di sinistra che «dovrebbe mettere da parte distinguo e personalismi», per la scienziata «l’unica difesa da questo berlusconismo imperante è far parte di un’Europa che, nonostante tutti i limiti, ancora è un po’ più democratica dell’Italia». Continua a leggere

L’immobiliare Di Pietro

L’immobiliare Di Pietro esiste. La abbiamo scoperta a Montenero di Bisaccia. Il titolare pero’ non e’ il leader dell’Italia dei Valori e neanche suo figlio Cristiano, si chiama Bruno Di Bello e non e’ un parente. Di Bello in passato era consigliere provinciale del partito di Tonino ed e’ stato lui a intermediare l’ultimo acquisto dell’ex pm: un’altra masseria dirimpetto a quella di famiglia che gia’ Antonio Di Pietro possiede in contrada Sterparone, nella natia Montenero.

Il nuovo acquisto della ormai lunga catena di acquisizioni immobiliari di Di Pietro e’ stato perfezionato il 4 aprile 2007 presso il notaio Vincenzo Greco di Termoli, che peraltro e’ anche il sindaco della cittadina adriatica, in quota all’Italia dei Valori. Tutto fatto in casa insomma. La proprieta’ era composta inizialmente da un terreno di due ettari e da due edifici per complessivi 100 metri quadri. Di Pietro li ha uniti ampliandone la superfice fino a 180 metri circa.
Il prezzo pagato per l’acquisto e’ basso, tra i 70 e gli 80 mila euro, ma a questo vanno aggiunte le spese per i lavori di ristrutturazione, che hanno superato, pare, i 120.000 euro. Dunque in tutto Tonino stavolta ha sborsato circa 200 mila euro. Continua a leggere

Perchè una persona di sinistra non può votare Di Pietro alle elezioni europee

di Vittorio Agnoletto (europarlamentare PRC-SE)

Nelle ultime settimane ho avuto modo di ascoltare non poche persone di sinistra intenzionate a votare IdV, e questa stessa intenzione è stata rappresentata più volte sulle pagine di questo giornale da diversi lettori.
Il 6/7 giugno si voterà per il Parlamento Europeo e Di Pietro ha annunciato che tutti gli eletti dell’IdV a Bruxelles faranno parte del gruppo “Liberali e Democratici”, il medesimo gruppo al quale è stato iscritto lo stesso Di Pietro quand’era europarlamentare. Per valutare se sia  compatibile una rivendicata militanza a sinistra con il voto alle elezioni europee per l’IdV, penso che la cosa migliore sia analizzare il comportamento che il gruppo liberale ha tenuto verso le principali direttive nell’ultima legislatura.
Nel settore delle politiche sociali e lavorative il gruppo Liberale ha votato:
*a favore della Bolkestein, che costituisce una vera e propria istigazione al dumping sociale e alla concorrenza al ribasso tra lavoratori dentro l’UE; Continua a leggere

I candidati della Lista Comunista nella Circoscrizione Isole (Sicilia-Sardegna)

prcpdciCIRCOSCRIZIONE ISOLE (8 eurodeputati)

1 MARGHERITA HACK – Astrofisica
2 GIUSTO CATANIA – Europarlamentare uscente
3 ANNA BUNETTO – Scrittrice, pedagogista
4 ALESSANDRO CORONA – Sardegna (NU) – Sindaco di Atzara
5 RENATA GOVERNALI – Sicilia (CT) – Pedagogista, scrittrice
6 PIERPAOLO MONTALTO – Sicilia (CT) – Segretario Federazione PRC Catania
7 LINA RUSSO – Sicilia (SR) – Operatirice sanitaria
8 LAURA STOCHINO – Sardegna (CA) – Ricercatrice, insegnante precaria

Europee/Prc-Pdci presenta liste: solo eleggibili, no a specchietti

Candidati operai, un palestinese e il 50% di non iscritti partiti

prcpdciRoma, 28 apr. (Apcom) – “I nostri candidati sono tutti eleggibili, tutti in grado di fare i parlamentari europei, da noi non ci sono specchietti per le allodole”. Paolo Ferrero presenta così i candidati di Prc-Pdci e Socialismo2000 alle elezioni europee per la lista Comunista Anticapitalista, durante una conferenza stampa con Oliviero Diliberto e Cesare Salvi. Non ci sarà il segretario, tra i candidati alle europee “il mio lavoro è già abbastanza arduo”, e nemmeno Cesare Salvi che preferisce lasciare spazio ad altri esponenti della sua formazione politica: “Io ho già una lunga esperienza politica”. Il leader del Pdci invece correrà come capolista nella Circoscrizione Centro e dietro Lidia Menapace nel Nord Est. “L’altra volta non si è candidato e siamo andati male perciò stavolta abbiamo insistito”, ha scherzato Salvi sulla candidatura di Diliberto. Capolista al Nord Ovest e al Sud sarà Vittorio Agnoletto, europarlamentare uscente del Prc, Margherita Hack, l’astrofisica, guiderà la lista nelle Isole. Continua a leggere